Home / Strumenti e servizi / ASDI

ASDI

L'assegno di disoccupazione (ASDI) è lo strumento, introdotto dal Decreto Legislativo n.22/2015, per i soggetti in condizioni economiche di bisogno che non siano riusciti a trovare una nuova occupazione durante il periodo di fruizione della Nuova assicurazione sociale per l'impiego (NASPI).

Per accedervi è necessario:
- possedere lo stato di disoccupazione;
- aver già fruito della NASPI, per l'intera durata massima entro il 31 dicembre 2016, secondo la proroga disposta dal Decreto Interministeriale del 23 maggio 2016;
- avere un'attestazione ISEE pari o inferiore a 5.000 euro

Il Decreto Interministeriale del 29 ottobre 2015 ha individuato quale requisito ulteriore:
- avere un componente minore del proprio nucleo familiare;
- oppure un'età pari o superiore ai 55 anni ma non aver maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.

Il beneficiario dell'ASDI deve sottoscrivere un Progetto personalizzato presso il Centro per l'Impiego dove è stabilita la residenza, nel quale sono indicate le misure di politica attiva finalizzate al reinserimento lavorativo.  In questo modo il beneficiario si impegna a partecipare ad iniziative utili al rafforzamento delle competenze per la ricerca di lavoro (come ad esempio la scrittura del CV o come sostenere un colloquio) e alle azioni di tipo formativo, tra cui rientrano anche i tirocini, finalizzate alla sua riqualificazione.

I Centri per l'Impiego comunicano telematicamente, accedendo nella propria area riservata, i dati relativi sia alla sottoscrizione del Progetto, sia al suo aggiornamento, così come definito nella nota direttoriale del 29 dicembre 2015 prot.33/6704.
Le comunicazioni ASDI sono poi trasmesse, tramite cooperazione applicativa inter istituzionale, all'INPS che si occupa dell'erogazione dell'Assegno di disoccupazione.

Accesso al sistema per gli operatori dei CPI